I benefici dell’equitazione

Andare a cavallo è in grado di portare una serie di vantaggi a chi pratica l’equitazione. Vediamo quali sono e i benefici che possono portare alle persone.

Chi pratica l’equitazione non è un pazzo. Esiste una serie di buoni motivi per cui queste persone si siedono su un cavallo con tutti i rischi e pericoli che questo può portare. Oltre a passare del tempo con un magnifico animale e diventare un tutt’uno con il suo corpo e la sua mente, si può trascorrere del tempo immersi nella natura. Il legame emotivo tra un cavallo e il suo cavaliere potrebbe ben essere sufficiente, ma ci sono una serie di molteplici vantaggi per la salute fisica e mentale per chi pratica l’equitazione.

Verificare sempre l’attrezzatura che si utilizzerà

Prima di procedere a domare il cavallo, è bene accertarsi che tutta l’attrezzatura sia in ottimo stato. Le redini, la sella, il sottosella e le staffe dove si appoggiano i propri piedi devono sempre essere controllate due volte; proprio per evitare problemi durante l’esercizio con il cavallo. Un sussulto o una manovra brusca, che possono compromettere l’integrità dell’attrezzatura, potrebbero portare a cadere da cavallo. Caduta, che può causare dei problemi fisici o addirittura un infortunio nei casi più gravi.

Qui di seguito, sono raccolti i principiali vantaggi fisici e mentali che può portare l’equitazione alle persone che praticano questo sport a contatto con la natura. Le condizioni migliori per trarre questi benefici, è senza ombra di dubbio di praticare lo sport nella natura. Evitando il più possibile i luoghi chiusi o i maneggi recintati. Sono molte le scuole di equitazione o gli agriturismi che organizzano delle gite all’aria aperta con i cavalli. Una situazione perfetta per prendere confidenza con questo sport e provare l’ebrezza di stare in sella ad un cavallo.

Vantaggi fisici

Miglior equilibrio e coordinazione: imparare a mantenersi in equilibrio sulle spalle di un cavallo mentre salta o galoppa richiede uno sforzo significativamente maggiore rispetto all’apprendimento dell’equilibrio necessario a stare in piedi da soli. Quando si deve imparare a stare in equilibrio su un cavallo, si incrementerà il proprio coordinamento generale anche senza volerlo.

Funzioni motorie: quando si cavalca si eseguono involontariamente una serie di movimenti muscolari, molti dei quali permettono un miglioramento delle funzioni motorie in generale. Dal tenere e governare le redini, allo stingere le cosce sul dorso del cavallo. Questi movimenti e azioni, permettono di migliorare il proprio controllo e alcune funzioni che di norma non sono molto utilizzare. Con il passare del tempo, si sarà in grado di comandare meglio il cavallo e pure il proprio corpo.

Rafforzamento dei muscoli (addominali, schiena, gambe e braccia): fare sport è uno dei modi migliori per rafforzare la muscolatura del corpo, questa è una cosa ovvia dopo tutto. Ci vuole uno sforzo fisico non indifferente per domare un cavallo e fargli seguire le proprie indicazioni. Le spalle e le braccia sono i muscoli che si utilizzano maggiormente, ma i muscoli del bacino e delle cosce sono importanti per rimanere in equilibrio e dare maggiore stabilità alla propria posizione.

Vantaggi mentali

Maggiore pazienza e responsabilizzazione: come succede con ogni percorso che si inizia, imparare a cavalcare e familiarizzare con l’animale necessità di pazienza all’inizio. Potrebbe volerci anche più di un mese di tempo, prima che il cavallo inizia ad abituarsi ai comandi impartiti e inizi ad entrare in sintonia con il proprio modo si cavalcare. Quando si ha un cavallo, è necessario responsabilizzarsi e prendersi cura dell’animale. Questo comporta un sacco di incombenze, che devono essere eseguite ogni giorno per mantenere in perfetta salute l’animale e quindi permettergli di capire che si è legati a lui.

Aumentare la fiducia in sé stessi: quando si è sul dorso di un cavallo, si riesce ad apprendere un sacco di cose della propria persona. L’ippica può essere una vera sfida per il proprio subconscio, e la sicurezza che si percepisce quando si è in grado di domare un cavallo si rifletterà sulla propria fiducia.

Stimolazione mentale: quando si è a cavallo si impara costantemente, anche si è un esperto cavaliere. Come gli altri muscoli del corpo, anche il cervello ha bisogno di stimoli ed esercizio fisico per rimanere sempre agile e in perfetta condizione. Come bonus aggiuntivo, in alcuni studi si è collegato l’apprendimento continuativo di alcuni sport come l’equitazione con una riduzione della perdita di memoria.

Sollievo dallo stress: l’equitazione richiede una buona dose di concentrazione ed è facile farsi prendere completamente durante le cavalcate. Sono molte le persone, che ritengono questa attività molto rilassante e li aiuta a superare gli stress accumulati nei giorni precedenti.

Le escursioni a cavallo sono un ottimo modo per riconnettersi con la natura e rilassarsi allo stesso tempo. Come quando si esegue una azione con una persona, anche il proprio cavallo può essere una ottima spalla su cui piangere o che vi può aiutare a superare un momento di difficoltà.

Post più Popolari

1

5 alimenti che aiutano a ridurre il colesterolo

Un livello di colesterolo troppo alta non è sicuramente positivo per la propria salute. Per chi è...

2

Cancro intestinale: i sintomi più comuni

Il cancro all’intestino è un male che non arriva da un giorno all’altro. I primi segni di questa...

3

Come funzionano le cuffie wireless?

Le cuffie senza fili sono delle cuffie che servono a collegare un dispositivo come uno smartphone...