Turismo in Puglia: numeri da record per il 2017

La Puglia è considerata una delle regioni italiane con più affluenza di turisti, specialmente nella stagione estiva. Questo perché è ricca di località balneari con spiagge da sogno e acque cristalline. Ma il 2016 è stato un anno positivo per la Puglia anche nei mesi invernali, una notizia che ha incoraggiato non poco le strutture ricettive locali.

Una notizia ancora più positiva riguarda la consolidata ripresa del turismo nazionale, ovvero la crescita costante dei turisti residenti in Italia che si recano in Puglia per trascorrere giorni rilassanti all’insegna del sole e del divertimento, oltre che dell’ottima cucina locale. Al vertice dei luoghi più visitati si classificano il Salento e il Gargano. Numeri importanti anche per le città più famose come Lecce, Bari, Brindisi, Foggia e Taranto.

Per l’estate 2017 le aspettative sono in crescita….  si attendono ondate di turisti italiani e stranieri provenienti da ogni parte del mondo.

Tra i dati in costante crescita troviamo la durata dei soggiorni: nell’estate 2016 si sono registrati in media soggiorni di 14 notti, per l’estate 2017 si aspettano risultati uguali se non maggiori. Tra le sistemazioni più gettonate ci sono gli appartamenti in affitto tramite Airbnb, il sito web dove si può parlare direttamente con il proprietario dell’immobile e prenotare il soggiorno in pochi semplici click.

Ma non mancano le prenotazioni in strutture più lussuose per chi vuole garantirsi un soggiorno all’insegna del benessere psico-fisico. È il caso, ad esempio, dei resort in Salento con centro benessere a poca distanza dal mare.

Le prospettive e i buoni propositi per l’anno corrente ci sono, tanto che l’Assessore all’Industria Turistica e Culturale Loredana Capone dice: “Un anno importante il 2016. Un anno di transizione nella programmazione e nella visione strategica del turismo in Puglia. La visione è quella di portare la Puglia ad un livello di stagionalità che superi quella balneare, puntando su una esperienza di conoscenza nei borghi e centri storici della Puglia, grazie al grande patrimonio culturale e di tradizioni, allungando la stagione fino a Natale con eventi specifici da promuovere su tutti i media. L’obiettivo al 2017 è quello di continuare a ridurre il peso dei flussi nel mese di agosto a vantaggio dei mesi spalla (da marzo a ottobre) e invernali per merito delle attività di InPuglia365. I primi dieci anni sono stati anni di “narrazione” della Puglia con una strategia di promozione che ha dato i suoi frutti, come dimostrano anche i dati del Rapporto dell’Osservatorio. Adesso bisogna puntare sul miglioramento dell’accoglienza e dei servizi e su prodotti integrati”.

Ci aspettiamo e speriamo quindi che la Puglia possa diventare una meta sempre più richiesta e ambita in ogni mese dell’anno e non solo in estate. Questo per riuscire ad ammirare tutte le numerose meraviglie che questa regione ha da offrire ai suoi turisti in ogni stagione dell’anno.

Commenta per primo questo articolo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*